Pan brioche

Pan brioche con metodo Tang Zhong

Pan brioche

Pan brioche CON metodo tang zhong

Il pan brioche più soffice che abbia mai fatto!

Blog, dolci

Il pan brioche con metodo tang zhong è sicuramente uno dei miei dolci lievitati preferiti.

Il risultato è infatti davvero goloso e sofficissimo, ma non eccessivamente dolce. Ecco perché il pan brioche è perfetto da guarnire come più amate: confettura, yogurt, cioccolato, frutta,…

Insomma, la base perfetta per dare sfogo alla creatività!

Io amo godermelo a colazione, magari usato come base per un french toast o spadellato con un po’ di burro. 

Un altro modo incredibile (e un po’ più elaborato) per mangiarlo è invece QUESTO, quindi come base per l’honey butter toast.

Sono mille i modi per gustarlo, ma scopriamo prima come si realizza!

cos’è il metodo tang zhong?

Il metodo Tang Zhong è una tecnica cinese anticamente utilizzata per gli impasti lievitati. Quello che in Europa viene chiamato anche “Water Roux”.

Il Tang Zhong consiste nel mescolare 1 parte di farina con 5 parti di acqua. Mescolando e facendo cuocere per qualche minuto questi due ingredienti si ottiene un composto colloso, che va poi fatto raffreddare in frigorifero.

Una volta raffreddato e compattato va inserito nell’impasto e lo renderà sofficissimo. Questo perché il Tang Zhong aiuta la formazione della maglia glutinica .

Pan brioche
Pan brioche

CONSIGLIO PER IL TANG ZHONG

Per fare in modo che il Tang Zhong riesca al primo colpo facilmente e senza grumi basta una piccola accortezza.

Io infatti verso l’acqua in un pentolino NON SUL FUOCO e aggiungo poca farina. Con una frusta inizio quindi a mescolare al centro, incorporando i resto della farina poco alla volta. Aggiungo quindi il resto e continuo a mescolare. In questo modo risulterà un composto liscissimo.

Mi sposto quindi sul fuoco e continuo a mescolare fintanto che il composto diventa colloso.

Il Tang Zhong è pronto quando mescolando si vede il fondo della pentola ed è bello denso.

Pan brioche
Pan brioche

L’impasto del pan brioche

Realizzare l’impasto dei lievitati, in questo caso del pan brioche, spesso spaventa, specialmente se non si ha a disposizione una planetaria.

Sicuramente necessitano di un po’ di olio di gomito, ma nulla che non si possa fare anche a mano!

Io per realizzarlo utilizzo la mia Kitchen Aid, la mia bambina, ma prima di averla l’ho fatto per anni senza.

La regola, prima di iniziare a fare qualsiasi ricetta, è quella di prepararsi in fila tutto l’occorrente. Una volta che abbiamo quindi predisposto tutto iniziamo mescolando nella planetaria o in una ciotola la farina con lo zucchero e il Tang Zhong. Essendo diventato bello denso e freddo lo sbricioliamo dentro.

Aggiungiamo quindi il lievito di birra sbriciolato, il latte a temperatura ambiente (non freddo da frigo) e le uova.

Facciamo impastare con il gancio (o impastiamo a mano) fintanto che gli ingredienti non si sono impastati, ma non deve essere liscio. Aggiungiamo quindi il buro almeno in 3 volte e impastiamo affinché si è incorporato.

Pan brioche

Solo alla fine, quando tutti gli ingredienti sono ben amalgamati, aggiungiamo il SALE!

Qui lasciamo quindi impastare affinché l’impasto non risulta bello liscio e omogeneo. 

Quando capisco se l’impasto è pronto?

Il nostro lievitato è pronto quando prendendo un piccolo pezzo dell’impasto e allargandolo con le mani e assottigliandolo per bene vediamo che si è formata la nostra maglia glutinica.

Se tirandolo si spezza subito, significa che non si è ancora ben formata e continuiamo ad impastare.

Una volta pronto, ungiamo una terrina con dell’olio o del burro, posizioniamo il nostro impasto, copriamo con della pellicola e lasciamo riposare per 2,5-3 ore in forno con la luce del forno accesa.

Trascorso questo tempo ci spostiamo su un piano, lo reimpastiamo leggermente e diamo la forma che desideriamo. Possiamo dividerlo in 2/3 parti e posizionarle nello stampo per plumcake o dividerlo in 6-8 palline più piccole come ho fatto io.

Facciamo quindi lievitare almeno un’altra 1,5/2 ore, fino a raddoppio.

Pan brioche
Pan brioche
Pan brioche

Una volta raddoppiato il tutto mescoliamo in una ciotola un uovo con un cucchiaio di latte e spennelliamo.

Preriscaldiamo il forno a 180° e inforniamo per circa 35-40 minuti.

Se trascorsi 20 minuti si vede che la superficie e già troppo dorata, basta coprire con una stagnola e far terminare la cottura.

Io faccio sempre la “prova stecchino” per verificare che l’impasto non rimanga aggrappato e che il pan brioche sia pronto.

Pan brioche

Non vi è venuta voglia di provare questo pan brioche con tang zhong?

Come avete visto il pan brrioche con metodo Tang Zhong non è affatto difficile da realizzare e bastano pochi semplici ingredienti.
 
Sono sicura che una volta che lo proverete diventerà un habitué della vostra cucina e lo vorrete preparare a familiari e amici, magari per un brunch in compagnia!

Se avete qualche altro dubbio su come si realizza questo Pan Brioche con metodo Tang Zhong o se volete vedere quanto quanto semplice è da realizzare potete vedere il procedimento completo della ricetta QUI. Vedrete, è semplicissimo!

Fatemi sapere se lo provate… condividete e taggate GodSaveTheBreakfast su Instagram! 

Pan brioche con metodo Tang Zhong

Tempo preparazione

40

minuti
Tempo di cottura

35-40

minuti

Ingredienti

  • TANG ZHONG: 100 ml acqua + 20 g farina 00

  • 20 gr farina 00

  • 500 gr farina manitoba

  • 15 gr lievito di birra fresco

  • 80 gr zucchero semolato

  • 2 uova

  • 125 ml latte a temperatura ambiente

  • 80 gr burro mediamente morbido

  • 10 gr sale fino

  • COPERTURA: 1 uovo + 1 cucchiaio di latte

Procedimento

  • Il giorno prima o almeno 3 ore prima prepariamo il Tang Zhong (lo starter).In un pentolino mettiamo la farina e aggiungiamo poca acqua alla volta e incorporandola con una frusta, mescolando al centro. Mettiamo il composto sul fuoco fino a quando non sobbolle e il composto risulterà colloso e si vedrà il fondo della pentola mescolando.

    Lasciamo riposare quindi in frigo una notte.

  • Il giorno successivo procediamo con il panbrioche e mescoliamo in una ciotola con le mani o nella planetaria la farina con il thang zhong.

  • Aggiungiamo quindi il lievito fresco sbriciolato, le uova e il latte a temperatura ambiente. Una volta ottenuto un impasto semi-omogeneo aggiungiamo il burro a tocchetti in tre volte: quando la parte presente si è amalgamata.

  • Aggiungiamo infine il sale e amalgamiamo per bene, fino ad ottenere un impasto davvero omogeneo, elastico e si è formata la maglia glutinica (lo vediamo prendendo un pezzo dell’impasto e continuando ad assottigliarlo e tenderlo con le mani. Più l’impasto si allarga senza spezzarsi e più la maglia è formata).

  • Poniamo l’impasto in una terrina unta con dell’olio e lasciamo lievitare a forno spento con una pellicola per circa 3 ore.

  • Sgonfiamo l’impasto, formiamo 6-8 palline da inserire in uno stampo da plumcake di circa 25 cm o 3 palline più grosse a seconda dell’aspetto che si vuole ottenere.

  • Mettiamo nello stampo e facciamo fare la seconda lievitazione per almeno 1,5/2 ore.

  • Spennelliamo quindi con uovo e latte e inforniamo con forno statico a 180° per circa 35-40 minuti.

    Top